fbpx
Mettersi in proprio con l’elicicoltura

Mettersi in proprio con l’elicicoltura

L'elicicoltura è l'allevamento delle chiocciole. Un settore che in Italia ha ancora poca concorrenza

Il budget iniziale

Per aprire un allevamento di circa 4.000 metri quadri ci serviranno circa 12.000/14.000 euro. Il costo per l’affitto del terreno è soggetto a molte variazioni in base alla Regione in cui si opera.

Molti fornitori offrono un servizio completo di assistenza, analisi del terreno, progettazione dell’impianto, vendita dei materiali e delle chiocciole. Informiamoci bene, a volte questi servizi hanno prezzi proibitivi e saremo obbligati a seguire il protocollo di allevamento consigliato dal fornitore. È più conveniente (anche se molto più complicato) attrezzarsi da soli, dopo aver studiato accuratamente l’argomento e aver individuato un allevatore affidabile per acquistare i nostri soggetti.

Il numero di riproduttori (chiocciole che faremo accoppiare) al metro quadro dipende dalla specie allevata e incide ovviamente sui costi di avvio, scegliamo una specie facile da allevare, come Helix aspersa Muller, resistente e prolificaCi serviranno così 15 riproduttori al metro quadro.

 

Risparmiare sui costi di avvio

  • Puntare su un allevamento di dimensioni medio-piccole: 4000 metri quadri (comprese le zone di lavorazione e quelle dedicate all’attrezzatura), con 10/14 recinti (considerando circa 260 metri quadri per uno), in questo modo potremo seguire bene l’attività senza rinunciare, in un primo momento, al nostro lavoro principale, se ne abbiamo già uno.
  • Optare per l’allevamento all’aperto a ciclo biologico completo, per evitare di spendere in serre o nell’operazione di spostamento delle chiocciole dal recinto di riproduzione a quello di ingrassamento.
1
2
3
4
CATEGORIES
TAGS
Share This