fbpx
La realtà virtuale immersiva rende il cibo più saporito

La realtà virtuale immersiva rende il cibo più saporito

Un gruppo di ricercatori della Cornell University ha realizzato uno studio molto particolare sfruttando le sensazioni che le persone percepiscono quanto si trovano immerse in un’ambiente di realtà virtuale immersiva. Ai 50 partecipanti allo studio è stato dato da mangiare lo stesso tipo di formaggio all’interno di tre situazioni di realtà virtuale differenti riprodotte grazie a un visore video a 360 gradi di ultima generazione: una fattoria biologica con tanto di panorama bucolico circostante e animali felici che brucavano l’erba, una panchina di un parco cittadino affollato da bambini la domenica e una sala completamente vuota. Ai partecipanti al test sono stati forniti cibi differenti e solo  il formaggio che veniva loro dato era esattamente dello stesso tipo. Dopo avere mangiato, rimanendo sempre all’interno di ciascuna situazione di realtà virtuale, ognuno ha dovuto fornire giudizi personali su gusto e sapore che per lo stesso tipo di formaggio sono risultati molto differenti. I pareri più entusiasti su gusto e qualità sono stati quelli forniti nella fattoria virtuale, seguiti da quelli espressi nel parco e per ultima quella della camera spoglia. Secondo i ricercatori questi risultati dimostrano l’importanza che riveste l’ambiente nella nostra percezione sensoriale. In pratica il senso del gusto è fortemente condizionato dalla vista, dall’udito e dall’olfatto.

Il senso del gusto è fortemente condizionato dalla vista, dall’udito e dall’olfatto

Lo scopo dello studio in realtà era quello di dimostrare come la realtà virtuale possa venire usata per simulazioni anche complesse, ottenendo risultati praticamente identici a quelli che potrebbero essere ottenuti nella vita reale ma con costi decisamente più bassi.

CATEGORIES
TAGS

COMMENTS

Wordpress (0)
Disqus ( )
Condividi