fbpx
Apple e Google sotto accusa per un’app che consente agli uomini sauditi di controllare le loro mogli

Apple e Google sotto accusa per un’app che consente agli uomini sauditi di controllare le loro mogli

La vita delle donne saudite non è certo semplice. Solo da poco hanno ottenuto il permesso di guidare l’automobile, ma ancora oggi non possono spostarsi e fare viaggi senza che il marito o comunque il maschio di riferimento, padre o fratello che sia, lo sappia.
La tecnologia in questo caso è dalla parte di chi opprime, visto che ci sono app che non solo controllano a distanza i movimenti ma che permettono di ricevere notifiche quando una persona si reca in un posto vietato, come per esempio un cinema o un teatro o anche se incontra qualcuno.
L’app incriminata si chiama Absher, è completamente in arabo (ma è disponibile anche in inglese), ed è stata scaricata oltre un milione di volte da cittadini dell’Arabia Saudita e non solo. Se installata nello smartphone di una donna non solo la tiene sotto controllo ma le indica anche dove deve essere in ogni momento, si tratta quindi di una specie di guinzaglio elettronico.

Se installata nello smartphone di una donna, non solo la tiene sotto controllo ma le indica anche dove deve essere in ogni momento, si tratta quindi di una specie di guinzaglio elettronico.


Ora però diversi gruppi di donne in tutto il mondo l’hanno denunciata come app potenzialmente violenta e quindi da eliminare dagli store ufficiale. Lo stesso Tim Cook, amministratore delegato di Apple si è detto stupito della presenza dell’app nello store e ha promesso che verrà eliminata nei prossimi giorni. Ancora nessuna novità invece da parte di Google, oltretutto il sistema di Android consente di installare volendo anche app non provenienti dal Play Store e quindi anche se venisse deciso di eliminarla dallo store, non sarebbe comunque possibile impedire di installarla come file APK.

CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS

Wordpress (0)
Disqus (0 )