fbpx
L’ultimo consiglio di Hawking all’umanità: state attenti all’Intelligenza Artificiale e al clima

L’ultimo consiglio di Hawking all’umanità: state attenti all’Intelligenza Artificiale e al clima

Nel suo ultimo libro, Le mie risposte alle grandi domande (Feltrinelli), pubblicato sei mesi dopo la sua morte, il grande fisico Stephen Hawking fa un bilancio della sua vita e delle sue scoperte, e allo stesso tempo lancia alcuni avvertimenti per l’umanità. Quello che viene considerato il più importante scienziato dopo Einstein, si dice convinto che entro pochi anni l’Intelligenza Artificiale supererà quella umana e compito dell’uomo sarà quello di riuscire a tenerla sotto controllo. Compito non semplice visto che rispetto ai robot intelligenti noi umani siamo molto più fragili e lenti, insomma secondo Hawking buona parte delle storie di cyborg presenti nei libri di fantascienza potrebbero rivelarsi corrette e l’Intelligenza Artificiale potrebbe sfuggire al nostro controllo.

Secondo Hawking buona parte delle storie di cyborg presenti nei libri di fantascienza potrebbero rivelarsi corrette e l’Intelligenza Artificiale potrebbe sfuggire al nostro controllo

Il vero rischio per l’umanità non è tanto la “cattiveria” dei robot quanto la loro “intelligenza”. Allo stesso tempo è probabile che entro la metà del secolo qualche pazzo miliardario utilizzi la cibernetica per trasformarsi personalmente in un cyborg super-umano o per creare un esercito di individui potenzialmente immortali e indistruttibili. Se poi non saranno i robot a provocare l’estinzione dell’uomo ci penseranno i cambiamenti climatici, che già oggi sono quasi fuori controllo. Il consiglio di Hawking è quello di pensare al più presto a qualche alternativa possibile al nostro pianeta, come potrebbe essere una stazione spaziale oppure la colonizzazione di un altro pianeta, anche fuori dal nostro sistema solare. Alla fine però il grande fisico si dice speranzoso che gli uomini riusciranno anche questa volta a tirarsi fuori dai guai, come hanno dimostrato di saper fare da oltre due milioni di anni.

CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS

Wordpress (0)
Disqus ( )