fbpx
Mettersi in proprio con l’elicicoltura

Mettersi in proprio con l’elicicoltura

L'elicicoltura è l'allevamento delle chiocciole. Un settore che in Italia ha ancora poca concorrenza

Allevare lumache, l’iter burocratico

L’elicicoltura è considerata dalla legge italiana come un’attività agricola. Per iniziare a realizzare gli impianti sono richiesti:

  • Iscrizione al Registro delle Imprese agricole in Camera di commercio;
  • Partita Iva e Codice fiscale;
  • Iscrizione a Inps e Inail.

Non dimentichiamo di affidarci a un esperto per rispettare le regole previste in termini di sicurezza. Per un piccolo allevamento possiamo anche scegliere di aprire un’impresa individuale che è più veloce e più semplice da gestire. La tassazione dipenderà dal tipo di azienda che sceglieremo di avviare.

 

Suggerimenti utili

  • Esistono diverse specie utilizzate in gastronomia, scegliamo la più facile da allevare.
  • Cerchiamo un terreno ricco d’acqua durante tutto l’anno.
  • Una delle cose più importanti è sapere a chi e a che prezzo potremo vendere il nostro prodotto prima di lanciarci in questa avventura. Studiamo la zona in cui vogliamo aprire il nostro allevamento e chiediamoci se ci sono ristoranti o produttori di conserve interessati al consumo di chiocciole allevate in campo aperto e al loro caviale e se ci sono aziende cosmetiche e/o erboristiche interessate alla bava di chiocciola.
  • Organizziamoci in modo da poter vendere sia all’ingrosso sia al consumatore finale.
  • Quest’anno dovrebbero riaprirsi nuove possibilità di finanziamento per chi opera nel settore agroalimentare, informiamoci presso le Camere di Commercio.

 

Alcuni esempi di imprese già avviate:

la lumaca madonita

elicicoltoriabruzzesi

lumacaetrusca

Per ulteriori informazioni:

Forum di agraria

Istituto di Elicicoltura di Cherasco 

1
2
3
4
CATEGORIES
TAGS
Share This