fbpx
Arriva InstaRE, il social network degli agenti immobiliari

Arriva InstaRE, il social network degli agenti immobiliari

Uno strumento incentrato su video e immagini, intuitivo e a basso costo, per mostrare gli appartamenti ed entrare in contatto diretto con i potenziali clienti grazie all’immediatezza propria dei social

InstaRE è la prima grande community per Agenzie Immobiliari, dove gli agenti possono pubblicare con grande facilità le foto e i video delle proprietà di cui si occupano.

Nato da un’idea di Stefano Martini, agente immobiliare dal ’95, InstaRE non è “il solito portale di annunci” ma una piattaforma completa, che coniuga la velocità e l’immediatezza tipica di un social network basato sulle immagini con la comodità di una piattaforma completa e ricca di strumenti per la gestione quotidiana del lavoro e per la formazione.

Stefano Martini, founder InstaRE.

Stefano Martini, founder InstaRE.

Quali sono le caratteristiche che distinguono InstaRE dai più classici portali di annunci?

«Prima di tutto, su InstaRE solo le agenzie immobiliari possono pubblicare i propri immobili e so che questo farà molto piacere ai colleghi – sottolinea Stefano Martini, CEO e Founder della startup InstaRE. Gli utenti privati hanno la possibilità di visionare gli immobili proposti e di interagire con gli agenti ma non possono a loro volta caricare il proprio immobile in vendita.

Secondo, l’interazione con gli annunci è più in linea con le abitudini acquisite dalla maggior parte dei clienti grazie all’uso del social network… I potenziali acquirenti visualizzano le foto di case e appartamenti sotto forma di feed e possono, con un semplice clic del mouse o un tap sullo schermo dello smartphone, prendere un appuntamento in completa autonomia, visualizzando sul calendario le disponibilità dell’agente incaricato. In alternativa possono chiamare direttamente l’agenzia oppure organizzare una visita in modalità virtuale».

Un agente immobiliare, soprattutto se gestisce un’agenzia composta da più persone, lavora 10 o 12 ore al giorno

La piattaforma di InstaRE è stata sviluppata internamente dal team tecnico della startup e integra una chat di terze parti simile a Messenger per comunicare direttamente con i potenziali clienti. Ogni Agenzia ha un profilo configurabile che funge da vetrina, dove è possibile caricare, ad esempio, le foto del team e un video che racconta al meglio tutti i servizi offerti.

Come nasce l’idea alla base di questa startup?

«Lavoro da quasi 30 anni nel mondo della compravendita immobiliare e ho potuto seguirne tutti gli sviluppi – racconta Martini. Un agente immobiliare, soprattutto se gestisce un’agenzia composta da più persone, lavora 10 o 12 ore al giorno. Ci ritroviamo sempre con l’orecchio attaccato al telefono per non sprecare nessuna occasione di vendita e cercare di dare tutta l’attenzione possibile sia a chi vende sia a chi è intenzionato a comprare. Certamente, l’avvento di Internet ci ha dato una mano. I portali di annunci sono utili, ma spesso hanno un sistema di utilizzo non del tutto immediato, in particolar modo da mobile, e dei costi sicuramente importanti. Alla fine bisogna quasi sempre recuperare il numero e chiamare il cliente che ha dimostrato di essere interessato a un immobile”.

I portali di annunci sono utili, ma spesso hanno un sistema di utilizzo non del tutto immediato

Ci sono ancora tutta una serie di intoppi e di difficoltà nel nostro lavoro di agenti, che la tecnologia può risolvere e che io per primo avrei sempre voluto spazzare via dalla mia quotidianità. Ecco perché ho ideato InstaRE, uno strumento per agenti immobiliari pensato da un agente immobiliare, veloce e immediato come un social ma al tempo stesso ricco di feature, come un gestionale».

Il modello InstaRE

InstaRE è progettato per essere user friendly e adatto anche a chi ha poca dimestichezza con la tecnologia. Sarà gratis per tutti fino a dicembre 2022. Da gennaio 2023 è previsto un piccolo abbonamento mensile che non impatterà in modo significativo sulle spese correnti delle agenzie e che costituirà un prezzo certo, senza spese aggiuntive o aumenti progressivi nel tempo.

InstaRE sarà gratis per tutti fino a dicembre 2022

Gli agenti potranno sempre pubblicare illimitatamente tutti gli annunci di cui hanno bisogno per lavorare, non c’è un tetto massimo. E potranno partecipare ai webinar messi gratuitamente a disposizione dai partner selezionati dalla startup, o acquistare i corsi a cui sono interessati.

Come può la tecnologia migliorare concretamente la vita quotidiana dell’agente immobiliare?

«InstaRE prende il meglio dei social network e delle più recenti tecnologie digitali per metterlo a disposizione del mercato Real Estate, rendendo così possibile un nuovo modo di gestire il lavoro, le vendite e i progetti di qualsiasi agenzia immobiliare – sottolinea Martini. Grazie alla chat e agli strumenti inclusi nella piattaforma è possibile, ad esempio, chattare con i clienti interessati così come organizzare videochat e appuntamenti virtuali per visionare l’immobile. Il Covid-19 ci ha insegnato che la possibilità di offrire una visita virtuale fa la differenza tra chi può vendere in qualsiasi situazione e chi invece si ritrova bloccato.

Comunicare velocemente e facilmente con i clienti, anche da remoto, è importantissimo per un agente immobiliare. Si può fissare direttamente un appuntamento con il cliente ed eventualmente spostarlo quando serve, gestendo l’intero flusso di comunicazione all’interno della piattaforma. Ma su InstaRE c’è anche l’opportunità di crescere dal punto di vista professionale, frequentando una vera e propria università digitale, con tanto di ambienti 3D dedicati a numerosi corsi di approfondimento proposti da enti certificati».

Il team di InstaRE si occuperà di vagliare le richieste di iscrizione per fare in modo che sulla piattaforma siano presenti solo agenzie e agenti qualificati, così da garantire un ambiente piacevolmente professionale.

La prima Community dedicata al mondo del Real Estate sarà online da fine settembre 2022. Clicca qui per restare aggiornato.

 

CATEGORIES
TAGS

COMMENTS

Wordpress (0)
Disqus ( )