fbpx
Angels for Women (AXA Italia) investe 100mila euro su Orange Fiber, la startup che crea tessuti dalle arance

Angels for Women (AXA Italia) investe 100mila euro su Orange Fiber, la startup che crea tessuti dalle arance

Per l’impresa italiana del tessuto sostenibile scelto da Ferragamo e H&M in arrivo 100k da Angels for Women, primo network italiano di business angel per imprese e startup al femminile, promosso da AXA Italia in partnership con Impact Hub Milano

Un investimento di 100mila euro da Angels for Women – network di business angels per imprese al femminile promosso da AXA Italia- che si inserisce nella campagna di equity crowdfunding aperta da due settimane su CrowdFundMe: un altro ottimo risultato per Orange Fiber, impresa innovativa che produce un esclusivo tessuto sostenibile ottenuto dalle arance.

L’investimento è stato annunciato l’8 maggio nella sede di Impact Hub Milano, nell’ambito di Vita da business angels, appuntamento tenutosi durante l’edizione 2019 di #STEMintheCity, l’iniziativa del Comune di Milano per promuovere l’innovazione e l’imprenditorialità al femminile.

Obiettivo: aumentare la produzione

Dopo aver raggiunto importanti traguardi – come l’apertura del primo impianto pilota per l’estrazione della cellulosa da agrumi, inaugurato in Sicilia nel dicembre 2015, la prima collezione moda lanciata nel 2017 da Salvatore Ferragamo e la più recente collaborazione con il colosso svedese H&M per la Conscious Exclusive Collection -, Orange Fiber si trova oggi ad affrontare una nuova fase che prevede l’ottimizzazione del processo di produzione industriale e l’aumento della capacità produttiva.

L’ importante investimento di Angels for Women e la campagna di equity crowdfunding serviranno a finanziare il raggiungimento di questi obiettivi, offrendo l’opportunità a nuovi soci di entrare a far parte della società e contribuire ad un processo di cambiamento virtuoso fondato sul modello dell’economia circolare.

Solo in Italia, l’industria di trasformazione agrumicola produce ogni anno 700.000 tonnellate di sottoprodotto che grazie a Orange Fiber possono diventare tessuto di alta qualità.

La campagna di equity crowdfunding, della durata di 60 giorni, punta a un obiettivo minimo di 250mila euro, che consentirebbe di realizzare un impianto capace di estrarre 30 tonnellate di cellulosa l’anno; tonnellate che diventerebbero 60 qualora si raggiungesse l’obiettivo massimo di 650mila euro di raccolta.

Siamo onorate che AXA e le socie di A4W abbiano creduto in noi e nelle potenzialità della nostra azienda” ha commentato Enrica Arena, CEO e co-founder di Orange Fiber“L’investimento e l’accesso alla rete di socie e alle loro competenze significa molto per noi e per la nostra crescita. Crediamo che sia un segnale forte per il mondo dell’imprenditorialità – femminile e maschile – verso un futuro in cui donne e uomini ricopriranno in sinergia ruoli dirigenziali all’interno di società ed istituzioni.”

Da sinistra, Marco Nannini (Ceo Impact Hub) Enrica Arena (Ceo Orange Fiber) Lorenza Morandini (Executive Vice President Impact Hub) Elena Shneiwer (Head of Corporate Responsibility AXA Italia).

Siamo orgogliosi di annunciare che Orange Fiber sarà la prima startup dove investirà Angels 4 Women, il network italiano di Business Angel che abbiamo promosso insieme a Impact Hub Milano per valorizzare le startup al femminile” – ha dichiarato Patrick Cohen, CEO del Gruppo AXA Italia. “Orange Fiber, che ha sviluppato un processo produttivo per creare tessuti sostenibili partendo dagli agrumi, unisce la tecnologia tipica delle startup con lo stile e la qualità Made in Italy del nostro tessuto di piccole e medie imprese. Questo investimento ci permette di continuare a fare empowerment femminile, investendo in innovazione e imprenditorialità, e avere un impatto positivo sulla società grazie alla scelta di attività sostenibili, in linea con l’impegno di AXA nei confronti dell’ambiente.”

A proposito di Orange Fiber

Orange Fiber è l’azienda italiana che ha brevettato e produce tessuti sostenibili per la moda da sottoprodotti della spremitura industriale delle arance. Con la collaborazione del Politecnico di Milano, nel 2012 è stato sviluppato un innovativo processo che consente potenzialmente di trasformare le oltre 700.000 tonnellate di sottoprodotto che l’industria di trasformazione agrumicola produce ogni anno solo in Italia – e che altrimenti andrebbero smaltite con dei costi per l’industria del succo di agrumi e per l’ambiente – in un tessuto di alta qualità capace di rispondere al bisogno di sostenibilità e innovazione dei fashion brand. L’innovativo processo è stato brevettato in Italia nel 2013 ed esteso a PCT internazionale l’anno seguente. Iscritta al registro delle PMI innovative, l’azienda è stata costituita a Febbraio 2014 da Adriana Santanocito – ideatrice – ed Enrica Arena, con sede a Catania. I primi prototipi di tessuto dagli agrumi sono stati presentati nel 2014 all’Expo Gate di Milano in occasione della Vogue Fashion’s Night Out. È stato registrato il marchio e testato il mercato dell’industria tessile individuando partner strategici all’interno della filiera che si sviluppa oggi tra l’Italia e l’estero, coinvolgendo le eccellenze del settore. Il primo impianto pilota per l’estrazione della cellulosa da agrumi è stato inaugurato a dicembre 2015 in Sicilia.

https://youtu.be/ypYyLy80Aeo

Orange Fiber è un progetto finanziato da Seed Money, Trentino Sviluppo (programma Operativo FESR 2007-2013 della Provincia Autonoma di Trento con il contributo del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale), e da Smart&Start, Invitalia (Ministero Sviluppo Economico).

CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS

Wordpress (0)
Disqus (0 )