fbpx
Intesa Sanpaolo e Digital Magics, per le startup 15 milioni

Intesa Sanpaolo e Digital Magics, per le startup 15 milioni

Intesa Sanpaolo e Digital Magics, business incubator quotato sul mercato Euronext Milano, hanno siglato un accordo da 15 milioni di euro: una joint venture consentirà loro di realizzare investimenti in startup digitali ad alto potenziale.

Buone notizie per le startup che si occupano di sviluppare nuove tecnologie digitali, aumentano infatti le realtà interessate a investire nel comparto. Intesa Sanpaolo e Digital Magics coopereranno insieme per selezionare una serie di startup sulle quali investire. L’accordo prevede la costituzione di una nuova società, Apside, con quote paritetiche del 50%.

Gli obiettivi dell’accordo Intesa Sanpaolo e Digital Magics

La società neocostituita ha previsto diverse modalità di investimento, tra cui early-stage, seed stage ed eventuali successivi follow-on, esclusivamente per società specializzate nello sviluppo di tecnologie digitali, anche mediante strumenti e soluzioni di intelligenza artificiale. I segmenti di interesse sono:

Attraverso la partnership Intesa Sanpaolo intende cogliere il trend di mercato e a selezionare, tramite Apside, opportunità di investimento nel panorama delle startup, nell’ottica di accelerarne la crescita e di individuare quelle che, potenzialmente, possano costituire soluzioni funzionali ad innovare l’offerta del Gruppo.

Il planning degli investimenti

Secondo quanto dichiarato da Intesa Sanpaolo Apside dovrebbe realizzare investimenti partecipativi in circa venti società, con ticket un medio pari euro 250mila euro ciascuno. La possibilità di follow-on avrà un valore investito di 15 milioni. Apside opererà per una decina di anni, con un investment cycle di circa 5 anni.

L’investment strategy sarà soggetta ai criteri ESG che guidano Digital Magics e che sono di primario interesse per il Gruppo Intesa Sanpaolo. Criteri che saranno perseguiti da Apside nella ricerca, selezione e proposta di investimenti, con la verifica periodica del rispetto dei suddetti criteri da parte delle società in cui Apside avrà investito.

Quali saranno le società?

Le società target saranno prevalentemente quelle in cui Digital Magics è già presente, direttamente o indirettamente, nel capitale, con apertura all’investimento in startup non già presenti nel portfolio e nelle quali Apside e Digital Magics investiranno contestualmente.

Il ticket medio di investimento di Apside sarà di 250mila euro

«Attraverso la ricerca e l’investimento in società affini al core business di Intesa Sanpaolo, Digital Magics favorirà il processo di open innovation in Intesa Sanpaolo, generando valore per i due partner e per le startup partecipate. La selezione delle società target avverrà anche tenendo centrali i criteri Esg di cui sia Digital Magics che Intesa Sanpaolo sono fautori avendoli, già ampiamente integrati nelle rispettive politiche e strategie aziendali » ha commentato Marco Gay, Presidente di Digital Magics.

CATEGORIES
TAGS

COMMENTS

Wordpress (0)
Disqus ( )