fbpx
10 qualità delle startup di successo

10 qualità delle startup di successo

Per creare una startup di successo ci vuole determinazione, dedizione, impegno, passione e tanto duro lavoro. Questo vuol dire che una grande idea è l'inizio, ma non è abbastanza. Quali sono quindi le qualità delle startup di successo? Noi ne abbiamo individuate 10

Per creare una startup di successo serve determinazione, dedizione, impegno, passione e tanto duro lavoro. Questo vuol dire che una grande idea è l’inizio, ma non è abbastanza. Quali sono quindi le  qualità delle startup di successo? Una startup di successo rispetta alcune caratteristiche molto importanti, quali la replicabilità, la scalabilità, la temporaneità e l’innovazione. Una startup è infatti per definizione un’impresa innovativa che ha come obiettivo quello di risolvere un problema che fino a quel momento non presentava una reale soluzione. 

Una startup è un’impresa innovativa che ha come obiettivo quello di risolvere un problema che fino a quel momento non presentava una reale soluzione.

È quindi l’innovazione il tassello principale che sta alla base di tutte le migliori startup di successo, che nascono per portare un vantaggio rispetto a ciò che già esiste. Ma al di là dell’avere un’idea innovativa, se vuoi creare una startup di successo è importante dotarsi di un business model ben organizzato e valido, realizzato da un team di persone entusiaste e competenti. 

Anche il timing è un fattore importante da considerare fin da subito. Quello che bisogna trovare sono quindi le migliori tempistiche per portare avanti la propria idea nel momento in cui il mercato è in grado di dare una risposta positiva. Ma cerchiamo di capire meglio.

10 qualità delle startup di successo 

Non importa che si tratti di startup digitali, di abbigliamento, di viaggi, startup food o fintech. Tutte le startup più redditizie e di successo hanno una serie di caratteristiche in comune. Ecco quali sono. 

  1. Time to market
    Avere un’idea di successo è importante, ma il timing lo è di più. Quando parliamo di Time to market facciamo riferimento al fatto che devi immettere il tuo prodotto o il tuo servizio all’interno del mercato al momento giusto. Questo vuol dire che non puoi entrare troppo tardi, ma neanche troppo presto – ovvero quando la domanda dei consumatori non è ancora matura. Il livello di competizione è molto alto e altri operatori potrebbero avere già soddisfatto totalmente quella stessa domanda.
  2. Relazioni umane
    La preparazione tecnica è un fattore basilare quanto importante, ma non basta. Queste competenze devono essere accompagnate da un adeguato approccio al marketing o relazionale. Ad oggi per ogni professionista l’approccio al marketing relazionale è una componente necessaria e fondamentale per il successo, tanto che spesso si afferma come il 90% del fatturato di un professionista venga proprio dal passaparola. Risulta quindi evidente come nell’era del digitale non basti più tenere relazioni dirette, ma occorre instaurare relazioni digitali attraverso un sapiente uso di un blog o dei social sul quale veicolare contenuti – il cosiddetto content marketing.
  3. Product market fit
    La mancanza di un Product Market Fit è molto spesso causa del fallimento di una startup. In molti casi questo è dovuto al fatto che il Product Market Fit è stato costruito da un imprenditore affascinato più della sua idea piuttosto che dall’obiettivo di risolvere concretamente un problema dei consumatori. In realtà può essere dovuto anche dal fatto che la ricerca o il pre-test di mercato – che solitamente le aziende realizzano prima del lancio di un prodotto o di un servizio – non contemplava un sufficiente campione di utenti.
    In questo caso occorre quindi ritornare alla fase di validazione del cliente del Customer Development di Blank e definire quel prodotto – il Product Market Fit – che soddisfi le esigenze dei clienti. Ecco che si avrà una startup di successo.
  4. Business model scalabile
    Questa qualità rappresenta una delle prime responsabilità a cui è chiamato qualsiasi imprenditore. Durante la sua costruzione possono entrare in gioco molte variabili e questo può riflettersi sul successo della stessa startup. Ciò che devi fare è costruire un modello di business il più possibile allineato alle attuali esigenze del mercato – comprese le valutazioni dei trend – e dal quale emerga con chiarezza il percorso da seguire per creare valore.
  5. Passione per la tua idea
    La passione per la propria idea è una delle caratteristiche più importanti. La perdita di passione è causa di fallimento nel 9% dei casi. Al contrario, un imprenditore appassionato alla propria idea è una continua fonte d’ispirazione per il suo team e li sprona a raggiungere gli obiettivi prefissati.
  6. Capacità di gestire i fondi
    Una delle cause più comuni del fallimento di una startup è la mancanza di capitali. Per avere successo è quindi necessario evitare disavanzi nel flusso di cassa. Nella fase iniziale dove il business model non è ancora finanziariamente sostenibile, cerca di spendere i capitali ricevuti dagli investitori soltanto quando le innovazioni sono richieste e strettamente necessarie. Questo ti permetterà anche una maggiore versatilità nell’adattarsi al mercato e diventare di conseguenza una startup di successo.
  7. Mantenere il focus
    Uno dei fattori cruciali per qualsiasi startup di successo è quello di rimanere focalizzati sul proprio progetto. Rimani focalizzato su ciò che sai fare meglio e progetta il tuo servizio il tuo prodotto pensando prima a soddisfare gli utenti e solo successivamente a come fare soldi.
  8. Atteggiamento positivo
    Ogni startup di successo ha la giusta dose di positività e propositività. Questo atteggiamento è una dote che non porta mai preoccuparsi di una situazione o a lamentarsi di essa, quanto piuttosto a comprendere fin da subito su come si possa condurre a vantaggio del cliente o a proprio vantaggio. Si tratta di avere un approccio positivo al problem solving. Dall’altra parte un atteggiamento pessimista e negativo porta inevitabilmente a precludersi la possibilità di vedere un’opportunità. 
  9. Affidabilità
    Uno dei punti cardine della qualità di un prodotto o di un servizio è l’allineamento tra prodotto/servizio promesso e prodotto/servizio erogato. La valutazione del prodotto/servizio erogato rientra sempre in un’area ben precisa di valutazione da parte del cliente. Questa è ripartita in tre parti:
    servizio adeguato, che risponde alle promesse fatte;
    servizio scadente, ovvero la non rispondenza alle promesse;
    servizio eccellente, cioè il superamento delle promesse.
    Ciò che quindi è importante è promettere soltanto quello che si è in grado di mantenere, mentre fare più del previsto attraverso comportamenti di disponibilità aggiuntiva e condivisione creano un concetto di qualità eccellente.
  10. Formazione
    Ad oggi chi non si forma, si ferma. Stiamo parlando non soltanto di formazione tecnica, ma anche di quella formazione orientata a sviluppare le qualità personali – come ad esempio fare marketing, negoziare, parlare in pubblico, vendere. Ciascuna di queste qualità ti darà un vantaggio rispetto agli altri. 
CATEGORIES

COMMENTS

Wordpress (0)
Disqus (0 )