fbpx
Banca per startup: l’importanza di trovare quella giusta

Banca per startup: l’importanza di trovare quella giusta

Perché è importante scegliere la banca giusta per la propria startup? Scopriamolo insieme nel primo approfondimento sul tema!

Se hai già compiuto i tuoi primi passi nel mondo delle startup probabilmente ti sei reso conto che la ricerca della banca “giusta” può essere piuttosto difficile, soprattutto se non hai precedente esperienza con altre imprese.

Proprio per questo motivo dedicheremo questa parte del mese a pubblicare una serie di approfondimenti che ti permetteranno di comprendere quali sono gli elementi che la tua startup deve valutare nella ricerca di una banca.

Meglio non ritardare la scelta

Iniziamo con il ricordare che un errore fin troppo comune che molti imprenditori commettono in questo ambito è quello di tendere a procrastinare la ricerca di una banca affidabile, che possa ergersi a partner del proprio business.

Ebbene, ritardare la scelta del proprio istituto di credito (o dei propri istituti di credito) di riferimento non è mai una strategia saggia, considerato che ti condurrà solo a ritardi e a complicazioni. Meglio invece vestirsi di maggiore proattività e cercare la tua banca fin dall’inizio.

Che le esigenze della tua startup siano complesse o semplici, la scelta di una banca adatta alle necessità della tua organizzazione d’impresa è fondamentale. Inoltre, al momento della decisione finale, è essenziale considerare le esigenze attuali della tua azienda e le tue aspirazioni per il futuro. Insomma, val la pena soffermarsi su tale ambito con la giusta attenzione.

Ad ogni startup la sua banca

Di norma si ritiene che le banche più piccole siano quelle che possono erogare la maggior parte dei prestiti alle piccole imprese. E proprio per questo motivo molti imprenditori di startup iniziano con il promuovere un buon rapporto con la propria banca locale, assicurandosi così di guadagnarne la fiducia.

In realtà, però, non è sempre così. Spesso sono infatti le banche più grandi e strutturate e poter vantare dei servizi più avanzati ed evoluti per le startup. Pertanto, prima di prendere decisioni importanti è sempre meglio tenere presente che ogni banca è diversa e non esiste una banca che sia in assoluto la migliore per tutti gli startupper.

Come vedremo nei prossimi focus sul tema, una chiacchierata con diversi profili di banca ti permetterà di comprendere quale approccio adottano nei confronti delle startup e che cosa hanno da offrirti.

Cosa ti serve dalla banca?

Prima di iniziare a cercare una banca, pensa al motivo per cui ne hai bisogno. Hai necessità di servizi specializzati come i prestiti per le piccole imprese o un’assistenza per gli investimenti? Credi di aver bisogno di finanziamenti a medio lungo termine o facilitazioni di breve periodo? E che dire dei POS, delle carte di pagamento e dell’internet banking?

All’inizio della creazione della tua startup potresti erroneamente pensare che la tua unica esigenza bancaria sia un conto corrente per gestire i pagamenti dei clienti e una carta bancomat. Purtroppo, non è necessariamente così: la tua startup potrebbe infatti non avere esigenze immediate ma… avere molti bisogni finanziari in futuro, come ad esempio una linea di credito. Essere preparati in anticipo potrebbe evitarti molti problemi!

Oppure, pensa a quello che potrebbe accadere se, tra qualche anno, deciderai di espandere le tue attività. Potresti avere bisogno di un prestito e di una consulenza più avanzata: trovare un istituto finanziario che sia in grado di adempiere a tali esigenze dovrebbe essere una delle tue priorità.

Ora che abbiamo condiviso alcune riflessioni sull’importanza di un istituto di credito per il tuo business da startup, non possiamo che invitarti a leggere gli approfondimenti sul tema che pubblicheremo nei prossimi giorni. Vedremo insieme in che modo effettuare la scelta della banca, a cosa devi prestare attenzione e quali sono i consigli che dovresti seguire.

Buona lettura!

CATEGORIES

COMMENTS

Wordpress (0)
Disqus ( )