fbpx
Come capire se la tua startup è pronta per il crowdfunding

Come capire se la tua startup è pronta per il crowdfunding

Il crowdfunding ha aperto interessanti opportunità per tutti gli imprenditori, attuali o aspiranti tali, che desiderano realizzare la propria idea di business.

Ma come capire se la tua startup è davvero pronta per il crowdfunding?
Evidentemente, non è sufficiente credere di avere una buona intuizione per garantirsi il successo in una piattaforma di crowdfunding.
Certo, una delle caratteristiche più interessanti del crowdfunding è che chiunque può accedere a questa opportunità, tanto che la maggior parte delle piattaforme di crowdfunding permette agli utenti di creare campagne per raccogliere fondi per le loro idee anche da soli, e con pochi semplici passi. Tuttavia, non sono certamente agli aspetti tecnici quelli più ardui da affrontare. Dunque, prima di avviare con eccessivo entusiasmo il proprio progetto di crowdfunding, sarebbe opportuno procedere con maggiore consapevolezza attraverso l’analisi di alcuni step preliminari. Condividiamone insieme cinque, tra i più importanti.

Business plan e test di prodotto o servizio

La prima cosa che ti devi chiedere è se hai un business plan e un prototipo del prodotto o un test di servizio. Per una campagna di crowdfunding di successo, infatti, è fondamentale condividere quali sono i dettagli del tuo progetto in modo chiaro, in maniera tale che i destinatari del tuo progetto di comunicazione possano capire in che cosa stanno investendo e per quale motivo. Pertanto, è importante disporre di ogni dettaglio che possa essere utilizzato per dimostrare agli investitori perché la tua idea avrà successo.

Leggi anche: Equity crowdfunding, 5 errori da evitare per una campagna di successo

Cosa rende unica la tua offerta

La capacità di articolare ciò che rende unico il tuo prodotto o il tuo servizio sarà sicuramente un valore aggiunto di inestimabile importanza per aiutarti a creare una campagna che possa distinguersi dalle altre, e che possa convincere gli investitori a finanziare la tua impresa. Domandati pertanto quali siano i termini che consentono di distinguere la tua offerta, rendendola difficilmente equiparabile o sostitutiva con quelle dei competitor.

La domanda per il tuo prodotto

Durante le campagne di crowdfunding, e in particolar modo in quelle di equity crowdfunding, è ben probabile che vi sia la partecipazione di qualche investitore che desidera “scommettere” sul tuo business, partecipando con una quota non marginale. Tuttavia, in termini numerici, la maggior parte degli investimenti arriva da persone che desiderano acquistare il tuo prodotto o usare il tuo servizio. Dunque, devi sapere quanti potenziali clienti hai prima di procedere oltre: la domanda del tuo prodotto è già sviluppata? Come è soddisfatta dai tuoi concorrenti? Oppure la domanda è latente e non ancora pienamente esplicitata?

Di quanti soldi hai bisogno

Non esistono specifici obiettivi per le campagne di crowdfunding, applicabili in modo uniforme a tutte le idee di impresa che desiderano attingere risorse mediante tale strumento. Domandanti pertanto di quanti soldi hai realmente bisogno per poter realizzare il tuo progetto e se, oltre al crowdfunding, disponi anche di altri strumenti per soddisfare il tuo fabbisogno. Calibrare attentamente le modalità con cui puoi colmare il gap finanziario è una delle chiavi di successo del tuo progetto di crowdfunding.

Leggi anche: Come suddividere le quote di una startup

Cosa puoi offrire agli investitori

A meno che tu non stia realizzando una campagna di crowdfunding basata sulle donazioni, i tuoi investitori si aspetteranno certamente qualcosa in cambio del loro sforzo. Che si tratta di un reward crowdfunding o di un piano di equity o lending crowdfunding, prova sempre a metterti nei panni dell’investitore-tipo e pensa a cosa potrebbe convincere loro a partecipare ai tuoi progetti.

Si tratta, come nel reward, della possibilità di ottenere particolari vantaggi, anteprime o esclusive sul tuo prodotto? O, come nell’equity, della condivisione di un business plan che possa indurre loro a pensare che la tua idea di impresa avrà un pieno successo?

Se sei in grado di rispondere compiutamente a queste domande, probabilmente sei pronto a realizzare tutti i passaggi istitutivi di una buona campagna di crowdfunding. In caso contrario, continua a sviluppare la tua idea o considera altre fonti di finanziamento.

Se poi desideri saperne di più su come strutturare un adeguato piano di comunicazione per il crowdfunding, contattaci: i nostri esperti condivideranno con te come puoi strutturare il migliore progetto di marketing affinché la tua campagna abbia successo.

CATEGORIES

COMMENTS

Wordpress (0)
Disqus ( )